SERENA FANTINI

Nonostante una Laurea in Lettere Moderne, sono sempre stata affascinata dal movimento e dal corpo come possibilità espressiva. Mi sono formata studiando diverse tecniche di danza (jazz, classica, tap, contemporanea...) e teatro espressivo (teatrodanza e mimo) e ho avuto molto presto l'opportunità di dedicarmi all'insegnamento. Dopo l'incontro con Grazia Greppi, nel '96, ci siamo influenzate reciprocamente, scoprendo un modo di fare teatro in cui la voce e il corpo inventano nuove possibilità espressive. Abbiamo iniziato a lavorare in ambito scolastico creando un metodo oggi registrato che si chiama TEATRO CREATIVO E DI MOVIMENTO. Per diversi anni ho insegnato danza e ginnastica dolce. Ho conseguito un diploma di Istruttore di Ginnastica per la Terza Età e ho approfondito alcune tecniche di bodywork (Anatomia Esperienziale e BMC, Franklin Methode, Pilates, Yoga, Shiatsu, Feldenkrais, Movimento Rituale), attraverso seminari e una formazione triennale in Danza Terapeutica tra Oriente e Occidente. E' grazie a quest'ultima che mi sono avvicinata al mondo olistico e alla filosofia orientale. 

Come DanzaMovimentoTerapeuta lavoro come libera professionista e tramite l'Associazione Clack con coppie mamma-bambino, bambini, adulti e anziani, in gruppi o attraverso incontri individuali, nei quali invito le persone a "muoversi da dentro". Quest'ultimo è anche il nome del mio blog, nel quale unisco la mia passione per la scrittura con le esperienze lavorative.

Per saperne di più: www.clack.it

 

Per informazioni e appuntamenti: tel. 342-8778151

 

Danzamovimentoterapia individuale 

 

Gli incontri individuali di DMT consistono in un percorso il più possibile non verbale che utilizza il movimento e la musica per permettere a ciascuno di trovare la propria espressività attraverso il corpo, nel rispetto dei propri limiti e in accordo con bisogni e obiettivi personali.

 

Aree di intervento: 

  • difficoltà nella comunicazione verbale
  • importanti cambiamenti corporei
  • gravidanza e postgravidanza (insieme al bebé)
  • terza e quarta età
  • disabilità